Quali sono i documenti necessari per affittare casa nel 2020

di Alessandro Alberta | 22/11/2019


Hai ereditato una casa e hai deciso affittarla? Ti sei trasferito in una nuova città e vuoi momentaneamente affittare la tua casa?

Qualunque sia il motivo per affittare  il tuo immobile, devi sapere che stipulare un contratto di affitto implica alcuni aspetti burocratici tra i quali il possesso e l’esibizione di specifici documenti.

Capire qual è la documentazione di cui avrai bisogno, ti permetterà di arrivare preparato alla stipula del contratto di affitto e risparmiare tempo prezioso.

Documenti necessari per affittare casa

Documenti relativi all’immobile da affittare

APE: l’Attestato di Prestazione Energetica

La classificazione energetica degli edifici  è un documento fondamentale anche per l’affitto immobiliare oltre che per la vendita. Il documento certifica il fabbisogno di energia primaria non rinnovabile dell’abitazione, ossia, i consumi energetici necessari per riscaldare l’abitazione tenendo conto del suo isolamento termico.

Visura catastale

La visura catastale è necessaria a identificare l’immobile da affittare, le sue caratteristiche e le informazioni anagrafiche di chi vanta i diritti sulla casa (ad esempio il proprietario).

Planimetria catastale

La planimetrica catastale è il disegno dell’immobile in cui è illustrata la distribuzione dei locali con le relative misure.

Certificato di agibilità o abitabilità

Il certificato di agibilità o abitabilità è un documento che attesta la vivibilità della casa in termini igienico sanitari, di sicurezza degli impianti installati e la conformità dell’immobile al progetto di costruzione.

Atto di provenienza

L’atto di provenienza attesta la titolarità di un diritto reale su un immobile da parte di un soggetto. Il documento è un atto notarile o una scrittura privata come ad esempio un atto di compravendita o trascrizione dell’accettazione tacita dell’eredità.

Regolamento di condominio

Nel caso in cui l’immobile da affittare si trovasse in un condominio, il proprietario è tenuto a fornire all’affittuario il regolamento di condominio. Si tratta di un documento obbligatorio nel caso in cui il condominio fosse abitato da almeno 11 condomini.

Contratto di locazione

La locazione è un contratto con il quale il locatore permette il godimento del bene al conduttore (in questo caso l’affittuario), per un periodo di tempo determinato, in cambio di corrispettivo in denaro. Al momento della registrazione del contratto sarà necessario presentare almeno due copie del contratto di locazione, con firme in originale.

Il proprietario può scegliere di mettere in locazione il proprio immobile con la cedolare secca. Si tratta di un regime di tassazione sui redditi da affitto d’immobili a uso abitativo, alternativo all’Irpef e addizionali e facoltativo, introdotto nel 2011 con l’art. 3 del decreto legislativo del 14 marzo e disciplinato dal provvedimento del direttore dell’Agenzie delle entrate del 7 aprile dello stesso anno.

Documenti relativi al proprietario

Carta d’identità e codice fiscale

Affinché il contratto di affitto sia ritenuto valido è fondamentale che il documento d’identità (o passaporto) e il codice fiscale del proprietario siano in corso di validità.

Documenti necessari in fase di registrazione del contratto

In fase di registrazione del contratto di affitto sarà necessario presentare:

  • Contrassegni telematici per il pagamento dell’imposta di bollo, con data di emissione non successiva alla stipula del contratto.
  • Ricevuta di pagamento dell’imposta di registro effettuata con Modello F24, solo se non si è optato per la cedolare secca.

Registrazione del contratto di affitto con Agenzia 

È bene sapere anche che, se si procede all’affitto del proprio immobile con un intermediario, quest’ultimo deve rilasciare ai contraenti una dichiarazione con cui si impegna a provvedere alla trasmissione della richiesta di registrazione, ad effettuare i pagamenti telematici delle imposte relative ai canoni per le annualità successive, alle proroghe, alle cessioni e alle risoluzioni. 

Con Homepanda hai la consulenza documentale per l’affitto della tua casa

Homepanda offre il servizio di consulenza e revisione documentale, un supporto di qualità per il cliente che ha deciso di affidarci l’affitto della propria casa. Affidati a dei professionisti in grado di consigliarti al meglio in fase contrattuale e di utilizzare gli strumenti necessari per promuovere l’annuncio del tuo immobile.

Se vuoi conoscere tutti i nostri servizi, clicca qui.


Spread The Word

Le guide per argomento