Come arredare una casa da affittare

di Sara Esposito | 14/09/2018


È arrivato il momento di pensare a come arredare la tua casa da affittare. Come ammobiliarla? Nella maggior parte dei casi, si utilizzano mobili vecchi, che non vogliamo più nella nostra abitazione di residenza. In altri casi si utilizza arredamento di scarsa qualità. Ma sono queste le scelte più giuste?

Grazie ai consigli degli esperti di Homepanda, alla fine di questa guida, avrai degli utili spunti per creare ambienti bellicomodifunzionali e… a prova di affittuario.

Come Arredare Casa

Perché curare l'arredamento della casa da affittare

A noi di Homepanda piace essere chiari: arredare la casa da affittare è un lavoro che richiede tempo, fatica e soldi. Un investimento ancora più gravoso perché, diciamo la verità: è raro che un inquilino possa trovare un appartamento curato. Ma il punto è proprio questo: in un mercato affollato, come quello degli affitti immobiliari, bisogna distinguersi. E, a noi di Homepanda, piace distinguerci per qualità.

Le regole di massima

  • Stile impersonale e armonico – Uno degli errori più frequenti, soprattutto quando si utilizzano mobili usati, è quello di creare uno stile di arredamento molto personale. Per non parlare dello stridore estetico che si può creare abbinando pezzi d'arredamento di epoche e di stili differenti. Meglio optare per uno stile unico, senza tempo e minimal. Uno stratagemma utile per accontentare i gusti della maggioranza e colpire il potenziale affittuario per il gusto sobrio e curato.
  • Colori chiari – Quali colori scegliere per arredare un appartamento da dare in affitto? Gli esperti di Homepanda ti consigliano di optare per colori chiari: bianco, legno, grigio, lavanda. Daranno più luce agli interni, senza caratterizzare troppo l'arredamento.
  • Non abbondare – Non è necessario riempire gli ambienti di mobili. Fermati all'essenziale: darai modo di apprezzare gli spazi ariosi e di permettere al futuro inquilino di integrare in base alle proprie esigenze. L'essenziale e il funzionale sono le due misure che dovranno guidarti nell'arredamento della casa da affittare.
  • Evita i mobili cheap – La tentazione di scegliere il low cost è forte. Tuttavia, valuta la questione in prospettiva: per mantenere l'abitazione bella e funzionale negli anni, sarà meglio affidarsi a mobili resistenti. Quei mobili che, con il tempo e l'usura, non fanno che acquistare fascino. In ogni caso, possono essere ritoccati per coprire graffi e ammaccature.
  • Cura la funzionalità degli ambienti – La prospettiva di non dover abitare la casa fa, spesso, pensare superficialmente al suo arredamento. L'organizzazione degli ambienti richiede un cambio di prospettiva: se tu abitassi quella casa, di cosa non potresti fare a meno?
  • Illumina bene – L'illuminazione è fondamentale per l'aspetto e la funzionalità dell'immobile. I punti luce devono essere distribuiti in modo da non lasciare angoli bui. Una soluzione semplice per rimediare a una illuminazione insufficiente senza opere murarie sono le piantane. Inoltre è consigliabile cambiare tutte le lampadine vecchie, con nuove lampadine a led: brillanti ed efficienti.
  • Cura l'ingresso – L'ingresso è il primo impatto sul futuro affittuario. Per questo è fondamentale che sia ben illuminato, ordinato e pulito. Potrebbe essere necessario qualche lavoro di imbiancatura di pareti e soffitti, ma è un investimento che paga. Per accogliere i futuri inquilini, non c'è niente di meglio di un delicato profumo di fiori. Utilizzate un mazzo di fiori freschi o un diffusore di aromi (facendo attenzione a non esagerare).
  • Non dimenticare lo storage – Potrebbe rubare un po' di spazio e non essere particolarmente gradito esteticamente, ma un armadio o un soppalco sono fondamentali per immagazzinare gli oggetti e gli abiti che non si utilizzano tutti i giorni.
  • Un po' di verde aiuta – Con poca spesa, si può rendere più accogliente qualsiasi ambiente. Basta aggiungere un po' di verde. Consigliamo di optare per piantine grasse: richiedono poca manutenzione e fanno un grande effetto.

Arredare secondo il target

I nostri consigli di massima sull'arredamento dell'immobile da affittare devono essere calibrati a seconda del target al quale si decide di puntare per l'affitto della casa.

Casa da affittare a studenti

Nel caso degli affitti per studenti, si può optare per mobili più cheap ed è consigliabile di insonorizzare le pareti per evitare problemi con il vicinato. Se i lavori d'insonorizzazione impattano troppo sul budget e sullo spazio a disposizione, può essere consigliabile utilizzare qualche trucco per evitare ambienti con eccessivo rimbombo (pannelli insonorizzati colorati, librerie, tappeti).

È consigliabile ricavare maggiore spazio nel bagno sostituendo l'eventuale vasca con un box doccia.

Casa da affittare a famiglie

Per una famiglia, la funzionalità degli ambienti e l'accoglienza della casa sono aspetti fondamentali. Da non sottovalutare la dotazione di una lavastoviglie per la cucina (anche se piccola), camere da letto spaziose e sgabuzzini organizzati. Una buona illuminazione naturale e il parquet potrebbero essere gli elementi che ti fanno affittare casa senza troppo sforzo.

Casa da affittare a professionisti

Anche un monolocale può essere arredato per conquistare il cuore di un professionista. Gli spazi devono essere organizzati in modo essenziale e non dimenticare di curare l'aspetto tecnologico: prese usb per la ricarica dei dispositivi mobile, prese elettriche multiple in prossimità della scrivania. Potrebbe essere gradita anche una smart Tv.


Spread The Word

Le guide per argomento